Vous êtes ici : Home > La tua vista > Lenti

Lenti

Le lenti a contatto hanno diverse forme e gradi di elasticità a seconda dei difetti visivi che devono correggere e alle condizioni in cui vengono usate. Lenti rigide, lenti morbide, ibride, progressive e toriche, lenti colorate: quali scegliere?

 

 

Lenti rigide

 

 

Le lenti rigide gas-permeabili consentono alla cornea di “respirare” l’ossigeno presente nell’aria e nel fluido lacrimale. Hanno una durata relativamente lunga — se utilizzate e pulite con la dovuta cura, possono durare anche parecchi anni.
Questo tipo di lenti è indicato per la correzione della maggior parte dei problemi visivi, come la miopia, l’ipermetropia, l’astigmatismo e la presbiopia. Sono indicate per coloro che non possono usare le lenti a contatto morbide per motivi di allergia, secchezza oculare accentuata o astigmatismo. Per abituarsi alle lenti rigide possono volerci diversi giorni.

 

 

 

 

 

 

 

 

Lenti semirigide

Le lenti semirigide hanno una durata di circa 3 anni e possono correggere la maggior parte dei difetti visivi. Più permeabili all’ossigeno delle lenti morbide, consentono anche a chi soffre di insufficienza lacrimale di portare lenti a contatto e inoltre sono in grado di correggere l’astigmatismo acuto.
Poiché le lenti semirigide non s’impregnano d’acqua, esse galleggiano sul film lacrimale e non seccano gli occhi. Ciò riduce anche il rischio d’infezione perché queste lenti non raccolgono sporcizia o altre scorie. Per esempio si riescono a portare anche in ambienti con aria condizionata o fumosi.

 

 

 

 

 

 

 

 

Lenti morbide

Le lenti morbide possono essere giornaliere usa-e-getta, a sostituzione frequente (da 2 a 3 mesi) o indicate per un uso più prolungato (da 12 a 18 mesi).
Le lenti a contatto di durata breve hanno una manutenzione più semplice e riducono il rischio di allergie. D’altro canto sia le lenti giornaliere che quelle mensili, diversamente da quelle di lunga durata, non correggono tutti i difetti visivi.
Attenzione: queste lenti, anche se spesso più confortevoli delle lenti rigide, hanno bisogno di grande idratazione e sono quindi inadatte per le persone con secchezza oculare pronunciata.

 

 

 

 

 

 

 

Lenti progressive e toriche

Le lenti a contatto progressive correggono la presbiopia esattamente come gli occhiali. Queste lenti a contatto sono suddivise in regioni diverse che consentono di vedere da vicino, da lontano e nella media distanza. Diversamente dalle lenti multifocali, con le lenti a contatto progressive il passaggio tra le varie parti della lente è graduale.
Ciononostante abituarsi a queste lenti non è sempre facile, e può essere necessario provarne diverse prima di trovare il modello giusto.
Le lenti a contatto toriche correggono l’astigmatismo e possono essere morbide o rigide

 

 

 

 

 

 

 

 

Lenti colorate

Le lenti a contatto colorate vi consentono di cambiare colore degli occhi, in modo radicale o più naturale, letteralmente in un battito di ciglia. Si possono indossare per motivi estetici, ma anche per correggere un difetto visivo.
Ci sono lenti in colori classici come il verde, il nero o l’azzurro, ma anche colori più vistosi come l’arancione, il rosso, il viola, tanto per nominarne alcuni. Ci sono persino lenti che imitano gli occhi dei felini o che hanno disegni al posto dell’iride.